L’assessore al turismo José Luis Hernández “ai nostri microfoni” riflette sul 2013

Marbella - Plaza de Los NaranjosDopo il bilancio annuale del sindaco di Marbella che potete leggere qui, abbiamo intervistato l’assessore al turismo José Luis Hernández a cui abbiamo rivolto tre domande sull’andamento turistico della città andalusa nel 2013.

Dovendo riassumerlo in una parola, come giudica l’anno turistico appena trascorso?

Soddisfacente. Il numero dei turisti in città è aumentato complessivamente del 6%, mentre i pernottamenti dell’8%. Siamo stati in grado di compensare la caduta (quasi un crollo) del turismo interno con l’aumento di quello proveniente dai paesi del nord. Mi piace sottolineare che la “temporada alta” è iniziata a fine marzo e si è conclusa a metà novembre: la nostra sfida per il futuro si chiamerà destagionalizzazione.

Assessore MarbellaCi dia qualche numero per capire meglio.

L’aumento più significativo è stato quello del turismo russo, aumentato del 50%. Seguono arabi +12%, gli scandinavi con un +10%, tedeschi a +8%, infine inglesi +7% e belgi +6%. Il turismo spagnolo è sceso invece di quasi il 30%. Per la prima volta si sono visti a Marbella dei turisti cinesi, ma i numeri sono davvero bassi e non sono significativi, anche se è questo un mercato a cui guardare con grande interesse. Sono i primi risultati di alcuni viaggi d’affari a Canton e Hong Kong che abbiamo fatto a partire dal 2012.

Quali sono state le strategie turistiche per promuovere la città?

Abbiamo partecipato a varie fiere internazionali, come per esempio il World Travel Market di Londra, la ITB di Berlino e ATM di Dubai. Abbiamo realizzato 18 viaggi d’affari nel corso dell’anno, concentrandoci su alcuni paesi come Russia, Cina, Marocco, Irlanda, Brasile e alcuni paesi arabi. Abbiamo fortificato le relazioni con le agenzie di viaggio e le principali compagnie aeree in collaborazione con l’Aeroporto Internazionale di Malaga. Abbiamo aperto il SATE, il “Servicio de Atención al Turista Extranjero” e puntato infine sulle nuove tecnologie.

Otros artículos

DEJA UNA RESPUESTA

Por favor ingrese su comentario!
Por favor ingrese su nombre aquí

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.

Últimos artículos