Jose Manuel Soto porta a Starlite il suo mix di rumba e flamenco

Jose Manuel Soto è un cantante di Siviglia che nel corso della sua carriera ha inciso 18 dischi e girato in lungo e in largo la sua terra natale, l’Andalusia, diventando uno dei più celebri interpreti di uno stile che mescola rumba, copla e flamenco.

Tocca a Soto inaugurare lo spazio Sessions di Starlite, un palcoscenico più piccolo e raccolto rispetto allo stage principale dove si esibiranno nie prossimi giorni Maita Vende Ca, Juan Magan, Sebastian Yatra, Gente de Zona e il “nostro” Gianluca Vacchi (il 26 luglio e il 2 agosto).

“La acustica della cantera di Nagueles è impeccabile” riconosce Jose Manuel Soto “Per me è un onore e un grande piacere suonare qui, dove vengono a cantare grandi artisti internazionali. Bisopgna riconoscere il merito a chi ha scoperto questo luogo magico ed è riuscito a creare un festival di livello internazionale”.

Il cantante di Siviglia, grande appassionato di ippica, è uno dei maggiori esponenti della musica tradizionale andalusa, che mescola con il flamenco, la copla e la rumba.

Il cantante ha aperto il concerto con un omaggio a Paco de Lucía (Entre dos aguas) per poi proporre il suo classico repertorio: El tiempo lo cambia todo, Volver a empezar, Mi piel contra su piel o Tú serás mi amanecer.

Jose Manuel Soto ha alternato ballate romantiche come No te marches ahora o Para olvidar tu amor, con pezzi di altri artisti come Aquellas pequeñas cosas, de Serrat o Para volver a volver, dei Siempre Así.

E infine i suoi grandi successi come La pared, Soy español, Déjate e Por ella che il pubblico ha ballato e cantato. Oggi si torna nuovamente nel palco principale con uno dei concerti più attesi dell’estate, quello dei Jamiroquai.

Otros artículos

DEJA UNA RESPUESTA

Por favor ingrese su comentario!
Por favor ingrese su nombre aquí

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.

Últimos artículos