Nobu Marbella: una esperienza culinaria indimenticabile!

Qualche giorno fa abbiamo avuto il piacere di cenare nel ristorante Nobu che ha aperto le porte al pubblico il 15 giugno all’interno dell’hotel Puente Romano Beach Resort & Spa. In posizione privilegiata, dalla terrazza che affaccia nella piazzetta interna, giusto a pochi passi dallo storico ponte che dà il nome all’hotel,  si accede all’accogliente sala interna, in cui il legno è il gran protagonista e rende l’ambiente estremamente caldo e rilassato.

All’ingresso ci riceve una ragazza che ci dà il benvenuto in giapponese, “irasshaimase”, e ci fa accomodare con un sorriso genuino al tavolo. Poco dopo ci raggiunge la giovane executive chef Eleni Manousou, greca di nascita ma innamorata della cucina giapponese. “Ho iniziato a cucinare quasi per caso e la mia passione mi ha dato la possibilità di conoscere il mondo e i suoi sapori, ci confida Eleni. Lavorare al fianco di Nobu San mi ha fatto scoprire che esistono alcuni punti di contatto tra la cucina greca e giapponese e a volte da queste contaminazioni possono nascere piatti unici. Per noi qui al Nobu il prodotto è il re in cucina e non scendiamo a compromessi quando si parla di qualità della materia prima. Dopo avere vissuto e lavorato per qualche tempo a Dubai, essere a Marbella rappresenta per me una boccata di aria fresca, l’opportunità di tornare a contatto con la natura che è impossibile trovare tra i grattacieli di Dubai.”

Iniziamo la degustazione con un pesce limone in salsa di yuzu e soia, purè di aglio y jalapeños che la chef ci ha consigliato di degustare insieme ad una fogliolina di coriandolo per dare un sapore rotondo al piatto. Continuiamo con un tonno sashimi e squisiti granchi fritti su una salsa “masu ponsu” con jalapeños, cocomero e semi di sesamo. Una perfetta combinazione dolce-amaro, tenero-croccante.

Accompagnato da una gradevole musica di sottofondo, i camerieri ci servono un miso di baccalà nero e un miso di melanzana giapponese: due autentiche delizie che ci hanno davvero sorpreso. Per ottenere questo caratteristico sapore, il baccalà viene marinato per almeno tre giorni, messo in forno, caramellato e servito con quattro tipi diversi di salse e yuzu.

Poco dopo abbiamo avuto il piacere di degustare, all’interno di una casseruola fumante in cui stava terminando la sua cottura, un morbido filetto “Beef Toban Yaki” accompagnato da funghi spadellati su un sake che solo si può incontrare nei ristoranti Nobu.

Prima dei dolci (una delicata cheese cake con gelato di frutti rossi e un morbido gelée di mango su marmellata di yuzu e mandorle) , a chiusura di un pasto gradevolissimo, abbiamo avuto il piacere di degustare un insolito e sorprendente sushi, totalmente diverso per sapore e consistenza da quello che siamo abituati a mangiare in zona.

Tutti i piatti che abbiamo avuto il piacere di provare sono stati presentati da preparatissimi camerieri, professionali e discreti, ma allo stesso tempo coinvolgenti e allegri, che ci hanno fatto sentire come a casa.

Consigliamo vivamente di provare questo ristorante, l’unico della catena NOBU aperto in Spagna (in Italia si può trovare solo a Milano) che conta oltre 30 ristoranti sparsi in tutti in cinque continenti.

Nobu Marbella
http://www.noburestaurants.com/marbella/
Bulevar Principe Alfonso von Hohenlohe,
presso Puente Romano Beach Resort & Spa
29602 Marbella
Tel: +34 952 778 686

Rispondi