Tutto esaurito per la prima edizione dei Premios Latino a Marbella

Premios-Latino-en-marbellaAppeso il cartello di “tutto esaurito” alla biglietteria del Palazzo dei Congressi di Marbella per la prima edizione dei Premios Latino, svoltasi ieri sera in una grande cornice di pubblico che non ha voluto perdere la possibilità di vedere alcuni volti conosciuti del cinema, della televisione e della musica spagnola.

I Premios Latinos nascono con la scopo di promuovere la cultura iberoamericana nel cinema e nella musica e sono stati organizzati dalla Fundación Mundo Ciudad, una organizzazione senza scopo di lucro che, come definisce il proprio statuto, “pretende lograr una sociedad más justa y responsable a través de proyectos solidarios”. Durante la serata la Presidente della Fondazione ha annunciato che devolverà più di 100.000 € in borse di studio per gli studenti che vorranno frequentare corsi di formazione cinematografica presso il Campus Universitario Europeo.

Uno degli artisti più applauditi della serata, condotta dalla giornalista Irma Soriano, è stato senza dubbio Carlos Baute, che ha ricevuto il premio come Miglior Cantante. Emozionante il tributo al recente scomparso compositore Manolo Tena, il cui Premio alla carriera è stato ritirato dalla moglie e dai figli.

Tra gli altri, premio alla miglior cantante per Soledad Giménez, ex vocalist dei Presuntos Implicados, premio alla Miglior Attrice di Serie Comiche a Eva Isanta (la famosa Cuqui della serie La que se avecina), mentre il Premio al Miglior Attore Latino è stato consegnato a Rodolfo Sancho.

L’Italia era rappresentata dal giovane attore Marco Vodola che ha ricevuto il Premio Latino de Oro per il suo “O”, cortometraggio sperimentale muto accompagnato da musiche originali. Il titolo del cortometraggio è un cerchio, che rappresenta la ciclicità,  un insieme di simboli e di significanti, che ciascun spettatore interpreterà e gli darà un significato.

20160515_004433

Ricordiamo anche Raúl Fuentes, Premio Latino de Oro a su Trayectoria, Soledad Giménez,  Premio Latino de Oro alla miglior cantante femminile e Mabel Lozano, Premio Latino de Oro per la migliore regista di documentario sociale.

Rispondi