Una tre giorni di grandi concerti allo Starlite Festival

Público en pie_ Concierto de Siempre Así_Starlite_ Foto Ana Belen Fernández_ 20.08.14Sono stati tre giorni di musica da ascoltare e ballare quelli che abbiamo vissuto allo Starlite Festival, in attesa dell’ultimo concerto di questa sera che concluderà l’edizione 2014 di questo festival, diventato un punto di riferimento per la musica di qualità in Spagna, capace di attirare VIP e personaggi noti non solo dalla penisola iberica ma anche dal resto d’Europa e del Mondo (basti ricordare Valeria Mazza, Silvester Stallone, Antonio Banderas…)

Tribute to Abba (21 agosto)

Il concerto della cover band “Tribute to Abba” è stato davvero una piacevole sorpresa: nel quarantesimo anniversario della canzone “Waterloo” (forse una delle più celebri del gruppo svedese) che quattro decadi fa vinse l’Eurovisione, la band che omaggia gli ABBA ha scaldato il cuore del pubblico, in una Cantera in cui si è sfiorato il tutto esaurito.

TRIBUTO A ABBA EN STARLITE_FOTOGRAFO ANA BELEN FERNANDEZ_21.08.14_6

Salendo sul palco il leader della cover band, Patrik Lundström, ha salutato il pubblico dicendo che “questo è un luogo magnifico! Siamo i “Tribute to Abba” e il nostro compito oggi è di fare diventare questo luogo una festa… e dato che siamo svedesi, tutto è consentito!” Detto fatto, il pubblico non ha esitato a cantare e ballare sulle note dei pezzi più celebri come ““Knowing Me, Knowing You”, “Take a chande on me”, “Mamma mia”, “SOS”, Waterllo” o “Fernando”, per concludere con la celeberrima “Dancing Queen”.

È stato tale l’entusiasmo del pubblico che la band, dopo il rituale bis già inserito in scaletta, è dovuto ritornare sul palco improvvisando un’altra canzone e scegliendo, nel vasto repertorio degli ABBA, “Thanks you for the music”.

Siempre Asì (20 agosto)

Il gruppo, popolarissimo in Andalusia date le sue origini, ha celebrato i 20 anni di carriera con la presenza di Josè Manuel Soto come ospite d’eccezione. La voce solista e leader del gruppo, Rafa Almarcha, ha esordito dicendo di essere “orgogliosa di potere cantare in uno dei festival più importanti in Europa”.

Concierto de Siempre Así_Starlite_ Foto Ana Belen Fernández_ 20.08.14_4

Paola Prieto, Sandra Barón, Mati Carnerero, Rocío García Muñiz, Maite Parejo, Nacho Sabater, Ángel Rivas y Rafa Almarcha, ovvero le voci che compongono il gruppo, sono stati accompagnati sul palco da sette musicisti che hanno suonato alla perfezione il genere che ha reso celebre i Siempre Asì in Spagna: la rumba flamenca.

Il momento senza dubbio più emozionante si è vissuto alla fine del concerto, quando il gruppo, incitato dal pubblico, ha cantato “Llueve en Sevilla” e “la Vida Rosa”, concludendo con la commovente “La Salve Rociera”

Kool & the Gang (19 agosto)

Alzi la mano chi non ha mai cantato o ballato “Celebration”! Nonostante gli anni passino, i Kool & the Gang hanno dimostrato di sapere essere ancora oggi una icona del funk degli anni 70 e del R&B degli anni 80.

KOOL & THE GANG PONE EN PIE AL PÚBLICO DE STARLITE A RITMO DE FUNKY Y R&B_FOTO JAIME D. TRIVIÑO_19.08.14_2

Il gruppo (formatosi nel New Jersey 50 anni fa anni fa) e che ha venduto al mondo più di 70 milioni di dischi, ha iniziato il concerto con la celebre Fresh. Il pubblico non si aspettava di certo che poco dopo Lavell Evans scendesse dal palco per cantare “Cherish” seduto in platea!

La complicità con la parte femminile del pubblico è continuata poco dopo quando il gruppo ha cantato “Ladies Night” e “Get Down on It”. E per concludere, la famosissima Celebration, per celebrare una funky night.

Rispondi